BEATRICE CENCI, cronaca di una tragedia

"Beatrice Cenci, cronaca di una tagedia di Lamberto Antonelli.
Lamberto Antonelli è giornalista dal 1946. Medaglia d'argento dell'Ordine professionale per i suoi 50 anni di attività ininterrotta in vari giornali, in Rai, radio e televisione.
A 17 anni scrive sulla rivista "L'Avventuroso" e a 19 entra all'agenzia Stefani (l'attuale ANSA): organo ufficiale dell'informazione fascista.
Chiamato al servizio militare, poco dopo l'entrata in guerra, è assegnato al servizio informazioni dell'esercito diretto dal generale Carboni (che difese Roma dall'occupazione nazista).
Abbandona il servizio militare e si dà alla macchia legandosi a un gruppo di antinazisti che nasconde ebrei e disertori. Nel frattempo distribuisce i giornali allora clandestini " L'Unità" e "Risorgimento Liberale". Per alcuni scoop con i quali inventa la cronaca nera (durante il fascismo non esisteva) Vittorio Gorresio e Ennio Flaiano lo prendono sotto la propria ala protettiva.
Nel 1946 crea la prima agenzia fotogiornalistica italiana con i paparazzi esordendo con un servizio su una certa Sofia Scicolone (diventata poi Sofia Loren).
Da allora è stato collaboratore, redattore, capocronista, caporedattore e direttore di vari organismi giornalistici.


Post popolari in questo blog

Fantasmi storici